L’uomo contro l’umano

L’uomo contro l’umano

18,00 17,10

I filosofi, oggi, si sono ridotti a essere dei professori di filosofia, con una grave perdita per l’umanità, priva di coloro che dovrebbero essere votati alla ricerca della Verità e non alla rimasticatura di teorie altrui.

COD: 9791280611208 Categoria:
000

I filosofi, oggi, si sono ridotti a essere dei professori di filosofia, con una grave perdita per l’umanità, priva di coloro che dovrebbero essere votati alla ricerca della Verità e non alla rimasticatura di teorie altrui. «Il primo dovere del filosofo consiste nel pronunciarsi chiaramente sui limiti delle proprie conoscenze e riconoscere che vi sono dei campi in cui la sua incompetenza è assoluta». Solo da questa prospettiva, suggerita da Marcel, la nostra vita potrà riappropriarsi della realtà, contro lo strapotere della tecnica e della finanza.

Gabriel Marcel (1889-1973), docente universitario, filosofo, scrittore, drammaturgo e critico musicale è stato un protagonista della cultura francese del Novecento. Nel 1929 si convertì dall’ebraismo al cattolicesimo, diventando un autorevole esponente del cosiddetto “esistenzialismo cristiano”. Nel 1948 ricevette il Gran premio dell’Académie Française e successivamente fu nominato membro della Accademia delle scienze morali e politiche.

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9791280611208

Traduzione di

Julius Evola